Due amiche insieme, ma distanti, lavorano per documentare le specie botaniche presenti su due territori lontani: *Lago di Garda e dintorni *Sardegna costa di Cagliari e suo entroterra... e non solo .......anche rilevamenti, foto, scambio di informazioni,suggerimenti.

mercoledì 27 gennaio 2010

Specie acquatiche dei Ganfi del Lago di Garda


Alisma plantago - Heichhornia crassipes - Nuphar Luteum          rilevamento del giugno 2007 
acquerello su carta cm 31 x41.
I Ganfi del Lago di Garda sono dei piccoli corsi d'acqua che si diramano dal lago verso la campagna e vengono usati per irrigare i campi, non sono dotati di sorgente propria. Sono molto importanti per l'ecosistema in quanto essendo zona di interscambio delle acque interne ed esterne al lago, ospitano sia specie botaniche che specie protette della fauna locale.   Insieme ai canneti rappresentano la salvezza del nostro ecosistema perchè sono filtri  naturali delle acque stagnanti ( per info CRA Sirmione, Centro di Rilevamento Ambientale).
Alisma plantago L. fam. Alismataceae - detta anche piantaggine d'acqua e parente stretta della piantaggine (plantago major )che comunemente troviamo nei prati incolti.
fa parte delle piante acquatiche radicate sul fondo. Pianta  glabra perenne con rizoma tuberoso perennemente sommerso,alta circa 30-90 cm con fogliie basali ovali cordate, nastriformi  sommerse, che si traformano diventando galleggianti  a lamina lanceolata: la varietà delle sue foglie permette un buon adattamento all'ambiente. Fiori disposti a pannochia  molto piccoli hanno peduncoli, sepali arrotondati rosati, petali bianchi ovoidali di 3/4 mm, che si trasformano in achemi molto piatti. E' presente nei fossi e nelle paludi di tutta Italia.

Nuphar luteum   L. Fam. Nynfaceae   Ninfea gialla
Pianta acquatica con grande rizoma carnoso sommerso, da cui partono i piccioli delle foglie galleggianti, lunghi fino a tre metri. e altre foglie che rimangono sempre sott’acqua. Le foglie emerse, possono raggiungere una larghezza di 30 cm ed una lunghezza di 40 cm. generalmente sono distese sulla superficie, ma con l’abbassarsi del livello dell’acqua spesso si raddrizzano. I fiori gialli sono molto più piccoli (diametro 5-7 cm) e normalmente emergono dalla superficie dell’acqua di parecchi centimetri. Il frutto è una grande capsula che assomiglia ad una piccola bottiglia panciuta. Fiorisce da maggio a settembre ed è presente nell'Italia   settentrionale.


Heichhornia crassipes - fam. Pontederiaceae  detta anche giacinto d'acqua.
Pianta perenne non appartiene alla nostra flora, ma è stata importata dal Brasile e come avviene per diverse specie non autoctone, si ritiene che sia sfuggita da qualche laghetto privato, anche perchè normalmente vive a temperature calde. Fornita di un spesso rizoma non è fissa al fondo ma è natante, le foglie riunite in una rosetta, sono sotenute da piccioli rigonfi che favoriscono il galleggiamento. Foglie di un verde brillante lucido più o meno cuoriformi. Lo scapo floreale porta fiori blu violacei con la tipica macchia gialla, riuniti in spighe di  10 cm circa, e di durata breve circa2-3 giorni. 
Renata

Etichette:

4 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

bellissimo, comlimenti.

venerdì 29 gennaio 2010 20:10:00 GMT

 
Anonymous Anonimo ha detto...

Sembra un fuoco d'artificio.... bello! Laura

domenica 31 gennaio 2010 14:09:00 GMT

 
Anonymous PAOLA ha detto...

grazie.il piacere che si prova guardandoli supera quello che si prova a vederli dal vero.
bravissima. PAOLA

domenica 31 gennaio 2010 19:18:00 GMT

 
Anonymous Anonimo ha detto...

Lusingato per l'onore concessomi di commentare il risultato delle sue ricerche espresse nel disegno
ammirato,nel quale oltre all'abilità si nota una delicata grazia di espressione,Le auguro di continuare a lungo per la gioa mia e di altri che sicuramente visiteranno questo blog.I più cordiali saluti. Pier Antonio

lunedì 1 febbraio 2010 16:43:00 GMT

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page