Due amiche insieme, ma distanti, lavorano per documentare le specie botaniche presenti su due territori lontani: *Lago di Garda e dintorni *Sardegna costa di Cagliari e suo entroterra... e non solo .......anche rilevamenti, foto, scambio di informazioni,suggerimenti.

domenica 27 novembre 2011

Cynara scolymus - Carciofo varietà "TEMA"

Acquarello su carta mm 420x297 (particolare)

Il carciofo (Cynara Scolimus) è una pianta perenne, con le foglie di colore grigio-verde; dal centro si alza un fusto ramificato che termina, ad ogni diramazione, con un capolino fiorale che costituisce la parte commestibile insieme alle brattee (comunemente dette foglie) nella parte più tenera interna bianca. Le vere foglie, invece, sono quelle attaccate al gambo e non sono utilizzate a scopo alimentare. I carciofi sono una vera e propria miniera di principi attivi e particolari virtù terapeutiche. Gustosi e versatili hanno uno scarso contenuto vitaminico, molte fibre e una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.
Molto noti ed apprezzati per le caratteristiche toniche e disintossicanti, sono in grado di stimolare il fegato, calmare la tosse e contribuire alla purificazione del sangue, fortificare il cuore, dissolvere i calcoli.
La Coltivazione
La coltivazione in pieno campo inizia nel mese di giugno e la pianta, poliennale rizomatosa con fogliame di colore verde spinescente, produce da 10 a 15 capolini con un gambo che varia dai 15 ai 40 cm. La raccolta del carciofo avviene principalmente tra il mese di novembre e quello di aprile. La selezione, la scelta del calibro, il lavaggio ed il confezionamento avviene nel centro di condizionamento e la distribuzione al consumo è immediata per garantire la perfetta conservazione delle caratteristiche organolettiche
Questa varietà "TEMA" è una varietà che si produce in Sardegna, oltre allo "Spinoso sardo", Terom ed altre, e si presenta con brattee esterne di colore violetto intenso con leggere sfumature verdi e giallo paglierino internamente, allungate e terminanti con una breve spina, carnose e tenere, gusto delicato e poco amaro. La pianta può raggiungere 1 m di altezza, ha foglie disposte a rosetta con al centro un robusto gambo fiorale ramificato con 3 - 5 capolini con brattee non molto numerose ma ben serrate. Il periodo di raccolta inizia ad ottobre ed in Sardegna si protrae fino a aprile, grazie ad un’ottima resistenza al freddo.
 Il carciofo è una tipica espressione del forte carattere della Sardegna.
Nella Penisola del Sinis le ottimali caratteristiche del terreno argilloso della zona palustre ed il clima temperato hanno favorito la coltivazione di carciofi di alta qualità sin dal periodo dei Fenici, facendo sì che esso diventasse un importante fattore di sviluppo per l’economia del paese.
                                                                                      Lisa Usai

Etichette:

2 Commenti:

Anonymous Pier Antonio ha detto...

Finalmente queti due carciofi ci ripropongono la
perizia e la scioltezza con le quali la Sig.ra Lisa sa disegnare dal vivo,pronti da raccogliere e da gustare non solo per la perfezione della forma ma anche per l'armonia dei colori,così cangianti e difficili da riprodurre.Vivissimi,cari complimenti.(Mi consenta,poichè non è la prima volta,di correggere in mm. e non in cm. il formato del foglio dipinto.Mi scusi la sottigliezza)

lunedì 28 novembre 2011 00:45:00 GMT

 
Blogger Lisa Usai ha detto...

La ringrazio, Pier Antonio, per i suoi complimenti e per l'attenzione ai particolari! Per le dimensioni del foglio è stata una mia distrazione ed ha perfettamente ragione!Provvederò subito! Un caro saluto!!!

lunedì 28 novembre 2011 08:44:00 GMT

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page